Ultime notizie

14
ott

Rapporto 2016 OAD | DOWNLOAD

Da sei anni NEXTVALUE ha incluso tra i propri Insights il tema dell’Information Security Management e della Cyber Security, invitando CSO e CISO di Grandi imprese italiane a condividere le loro esperienze nel ruolo, i loro feedback su investimenti, risorse, difficoltà e a dirci la loro opinione sul grado di resilienza raggiunto dalle rispettive imprese. Ci è sempre mancata la vista complementare, quella di un rilevamento puntuale e di una analisi sui reali attacchi ai sistemi informativi di imprese e enti pubblici italiani.
Lo potevamo chiedere noi agli stessi Responsabili dei Sistemi Informativi e della Sicurezza Informatica, ma pensavo che tali dati potessero essere già disponibili grazie a rilevamenti disposti da una qualche entità che si dichiara associazione o iniziativa preposta al riguardo. Purtroppo, dopo qualche infruttuoso tentativo di ricerca e di collaborazione con “i soliti nomi” mi sono dovuto ricredere perché i dati in possesso erano decisamente scarsi e spesso sembravano provenire più da input di vendor che dai reali utilizzatori

E a questo punto che l’amico Marco Bozzetti è venuto a propormi di mettere insieme le forze e di trasformare quell’imponente lavoro che lui svolgeva con l’Osservatorio degli Attacchi Informatici in un nuovo progetto di Osservatori Attacchi Digitali (OAD) in cui si indagasse decisamente più a fondo
sulle vulnerabilità attribuibili alle tecnologie digitali, così indispensabili nei progetti di innovazione delle imprese. Che cosa poteva offrire NEXTVALUE al progetto? L’esperienza di azienda di ricerca impegnata sui vari fronti della trasformazione digitale delle Grandi Imprese italiane ed europee e, soprattutto, una vasta e attiva business community di CIO come CIONET, ma anche una altrettanto importante community di CSO e CISO di imprese finali. Che cosa chiedere in cambio? Che i risultati fossero disponibili a tutti questi decisori.

EFFETTUA IL DOWNOLAD A QUESTO LINK: http://www.malaboadvisoring.it/index.php?option=com_sfg&formid=30
CODICE COUPON: WSJcs0I43s

Eccoli qui i risultati. Bozzetti, Malabo e AIPSI hanno fatto un lavoro eccezionale, suffragato dall’elevato e qualificato numero dei rispondenti, dal significativo contributo della Polizia Postale e dal supporto degli Sponsor che hanno creduto nel progetto e lo hanno supportato fin dall’inizio. L’enorme lavoro ci permette di avere una precisa immagine a tutto tondo di ciò che accade nelle imprese e negli enti pubblici italiani. L’analisi è precisa e circostanziata, per questo può essere ancor più di interesse anche per chi non è un addetto ai lavori; ed è con orgoglio che mi unisco al lancio di questo primo Osservatori Attacchi Digitali in Italia.

Che cosa avverrà dopo? In un mercato dove le tecnologie digitali sono sempre più all’ordine del giorno e sempre più innumerevoli divengono gli oggetti interconnessi l’issue “sicurezza” non ha mai fine e l’interesse delle imprese e degli enti pubblici per conoscere ciò che avviene in caso di attacco sarà ancora più alto, visto il valore delle informazioni in gioco. Ma andiamo per gradi e facciamo nostra fino in fondo l’informazione che ci
proviene da questo report.