La Responsabilità Sociale di Impresa di NEXTVALUE

NEXTVALUE affianca AVIS MILANO e ASSINTEL e adotta quale impegno per la propria Responsabilità Sociale di Impresa (RSI o all’inglese CSR) il progetto B2Blood (BUSINESS to Blood).

B2Blood definisce uno standard di contenuti da tutti adottabili e soprattutto senza costi aggiuntivi per introdurre o aggiungere un progetto di responsabilità sociale: sensibilizzare alla cultura della donazione di sangue e quando possibile realizzarla presso l’azienda stessa.

I dati che riflettono un bisogno: a Milano mancano 45.000 unità di sangue all’anno perché possa essere autosufficiente per far funzionare al meglio gli ospedali cittadini ed essere in grado di curare tutti. Normalmente queste unità carenti giungevano da tutta la Lombardia ma già negli ultimi sei mesi la situazione si è complicata obbligando a organizzare le attività chirurgiche in relazione alla disponibilità di unità di sangue.

La proiezione per il prossimo decennio risulta notevolmente complessa e rischiosa, l’invecchiamento della popolazione spinge ad aumentare i consumi, i giovani che raggiungono l’età donazionale, diciotto anni, sono sempre in numero minore e adottano di sovente stili di vita che rendono non idonei alla donazione.

Forse per meglio comprendere questa necessità valgono le parola di questa persona che sollecitata a donare lo scorso mese di agosto, a causa della forte carenza delle disponibilità di unità di sangue, si è sentita in dovere di replicare:

“Leggendo la mail ho provato una stretta al cuore…. Mia mamma ha lottato con tutte le sue forze contro la leucemia … quante sacche di sangue ho visto appese al trespolo portaflebo, quante persone hanno indirettamente cercato di aiutarla… e quanto sono grata a tutti loro…  Io non posso ancora tornare a donare, ho appena partorito ma incrocio le dita sperando che tante persone rispondano all’appello e permettano ad ognuno di noi, come è stato per mia mamma fino a giugno, di poter lottare per continuare a vivere.”

NEXTVALUE coglie questo bisogno della collettività e intende contribuire attraverso le proprie community per non lasciare solamente la donatrice a incrociare le dita per noi.

Vorremmo sensibilizzare gli amici ad essere interpreti di questo bisogno, che può diventare un giorno il bisogno di ciascuno, presso le loro aziende perché possano aderire a diffondere il messaggio ma soprattutto collaborare per creare un network di aziende ospitanti l’Unità Mobile per la raccolta sangue. La disponibilità richiesta ottiene subito un ritorno in salute anche per gli aderenti, il controllo periodico dei principali valori ematochimici, l’estensione a protocolli di prevenzione e diagnosi precoce estesa in qualche caso anche al famigliare.

NEXTVALUE, ASSINTEL E AVIS MILANO coordineranno l’area di Milano, città metropolitana, mentre per le altre aree nazionali si invita e prendere direttamente i contatti con l’AVIS locale in quanto non tutte le AVIS dispongono di servizi di raccolta sangue con le Unità Mobili.